Trapani

Benvenuti a Trapani

Trapani, la “Drepanon” dei Greci e la “Drepanum” dei Romani così chiamata per la sua forma di falce, sorge su di una stretta penisola a forma arcuata tra il mare aperto e la baia, sorvegliata dall’imponente e maestoso Monte Erice. Trapani fu il porto di Erice, capitale religiosa del misterioso popolo degli Elimi, approdati in Sicilia dalla lontana Anatolia nel XIII secolo a.C. Successivamente la città fu fondata dai Fenici che solcarono il mar Mediterraneo e la fecero diventare un importante emporio commerciale. Dal IX secolo a.C. i Fenici, persa la loro indipendenza, si stabilirono nel Mediterraneo occidentale, fondarono Cartagine e rafforzarono Trapani, trasformando la città in un importante porto per il controllo dei vari scali commerciali.

In questo periodo, la storia di Trapani è indissolubilmente legata a quella di Cartagine. La città assiste, infatti, alle grandi battaglie navali tra Cartaginesi e Romani: quella del 249 a.C., che vide la sconfitta della flotta romana, e la battaglia delle Egadi del 241 a.C., che permise ai Romani di occupare Trapani.

Dopo essere stata conquistata  dai Romani, Vandali e Bizantini, la città di Trapani rinasce con la dominazione degli Arabi che iniziarono l’occupazione della Sicilia nella prima metà del IX secolo. La ricostruirono con le caratteristiche degli accordi islamici e la loro presenza  segnò la città per quello che concerne l’architettura, l’agricoltura, l’arte, il linguaggio e la cultura. Gli Arabi costruirono, inoltre,  cantieri navali, opere di ingegneria idraulica, rivoluzionarono le tecniche di pesca.

Nel 1097 Trapani venne conquistata dal normanno Ruggero e questo fu un altro periodo di grande prosperità per il territorio che vide sempre più confermata l’importanza del suo porto.

In questo periodo la città ospitò i primi consolati delle principali potenze commerciali, genovesi, pisani, veneziani, fiorentini, amalfitani, catalani. Con i Normanni la religione cattolica romana divenne religione ufficiale.

Con il regno di Carlo d’Angiò, Trapani attraversò un periodo molto duro e difficile, a causa di una notevole pressione fiscale. Nel 1282 i Vespri Siciliani, a cui partecipano numerosi notabili trapanesi, portano alla fine della dominazione angioina in Sicilia ed ebbe inizio così la dominazione aragonese. Con Giacomo II d’Aragona, la città conosce un nuovo assetto urbanistico, mentre Carlo V dà un ulteriore incremento alle attività commerciali ed artigianali. La dominazione spagnola  a Trapani ebbe fine nel1713. Dopo le brevi parentesi sabauda e austriaca, dalla seconda metà del Settecento iniziò il regno borbonico, che governò la Sicilia fino al1860. Inquesto periodo i trapanesi si dedicano in particolar modo al commercio e all’industria. Fiorente fu l’attività marinara, così come le industrie del sale e le tonnare. La città di Trapani partecipò ai moti del 1848 e nel 1899 il re Umberto I conferì alla città la medaglia d’oro per i fatti del 1848. La città dà il suo importante contributo per l’unità d’Italia e si conferma come centro importante nel settore agroalimentare, ma la lontananza geografica dai grandi mercati porta ad un inesorabile declino, che si accentua ancora di più nei primi del Novecento e durantela prima Guerra Mondiale.Particolarmente vivace resta invece l’attività culturale e politica. Nel ventennio fascista si assiste ad una leggera ripresa dell’economia del territorio, mentrela Seconda Guerra Mondialesegnò profondamente la città, con la distruzione dell’intero quartiere di San Pietro, il più antico di Trapani, e del Teatro Garibaldi, costruito nel 1849. Ben ventotto sono le incursioni aeree che la città subisce, collocandola al nono posto dei capoluoghi di provincia bombardati. Il 22 luglio del 1943 le truppe alleate giunsero a Trapani, trovando una popolazione in drammatiche condizioni di vita. Ebbe così inizio il difficile periodo della ricostruzione della città tra il 1950 ed il 1965 e si verificò una lenta ripresa delle attività industriali e commerciali. Il terremoto della Valle del Belice del gennaio del 1968 provoca ripercussioni e danni anche nella città di Trapani

Attualmente Trapani è famosa per il suo corallo, per la pesca del tonno e soprattutto per le Saline, di origini fenici. Fu sotto la corona spagnola che l’attività della produzione di sale raggiunse la sua acme, trasformando il porto di Trapani nel più importante centro europeo di commercio del prezioso elemento.

Loading Maps
View
Normal Midnight Family Fest Open dark Riverside Ozan
My Location Fullscreen
There are no available car for this location, time and/or date you selected.

    Total: No car found .    view all

    Search for Cars

    Not what you're looking for? Try your search again

    There are no available rentals for this location, time and/or date you selected.

      Total: No rental found .    view all

      Search for Vacation Rentals

      Not what you're looking for? Try your search again


      Total: 2 tours .    Showing 1 - 2 view all

      Cerca Viaggio

      Not what you're looking for? Try your search again